ADM, lockdown storico sul gioco. Indenni slot machine e casinò online

data di creazione: mar 23
Scritto da Alessandra Santoro

L’Italia è in piena emergenza da Coronavirus e il Paese tutto è in fermento. Nella serata di sabato il Premier Giuseppe Conte ha emanato nuove direttive attuative del vigente DPCM dello scorso sette marzo: a piccoli passi la nazione si ferma e vive un blocco totale che, da lunedì, riguarderà anche le attività produttive. Restano invece aperti tutti i fornitori di beni essenziali: supermercati e farmacie su tutti, ma anche edicole e tabacchi.

Ma, proprio relativamente a quest’ultima categoria, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha emanato una nuova determinazione direttoriale: è stata sospesa la possibilità di giocare nelle tabaccherie. Il che ha portato ad una scelta quantomai storica: lo stop di Lotto e SuperEnalotto dall’ultima estrazione di sabato 21 marzo.

La decisione è maturata sempre per far fronte alle misure urgenti in materia di contenimento del virus, ormai dilagante e capace di mietere oltre 700 morti in una sola giornata, con un picco non ancora arrivato ed una linea di diffusione che si comincia sensibilmente ad alzare.

Tutti gli effetti della sospensione

La sospensione ha ovviamente effetto immediato: riguarda, nello specifico, tutto il gioco operato con dispositivi elettronici del tipo slot machine situati in esercizi di rivendita, pertanto non riguarda le slot online ospitate dalle piattaforme di casinò online. Altresì viene sospesa la raccolta dei giochi presso le tabaccherie e altri esercizi esclusi dal divieto di chiusura. Si bloccano SuperEnalotto e insieme anche Superstar, Sivincetutto, Lotto tradizionale, per una sospensione estesa anche alla raccolta online per la tipologia di giochi in questione. Bloccate tutte le attività estrazionali, ovviamente per limitare gli spostamenti e il contatto, sempre possibile, tra più persone. Lockdown anche per l’Eurojackpot, fisico e online.

Pugno duro dunque dell’Agenzia, che ha reso note le nuove disposizioni con un comunicato a firma del direttore Marcello Minenna. Una risposta ai sindaci e alle regioni, da Nord a Sud, che hanno attuato una serie di misure restrittive, con conseguente divieto di gioco in tabaccherie, per evitare assembramenti e ogni condizione atta ad agevolare, inconsciamente, la diffusione pandemica del virus
"La sospensione dei giochi - si legge, in conclusione nella nota - di cui al presente provvedimento avrà efficacia per il perdurare dello stato di emergenza e sino a provvedimento di revoca. Resteranno garantite le essenziali attività di controllo in capo all’Agenzia".