Apre il sipario l'Enada Roma, la Mostra internazionale degli apparecchi da intrattenimento

Apre i battenti la 43esima edizione della Fiera di Roma Enada, classico appuntamento annuale con la Mostra internazionale degli apparecchi da intrattenimento e da gioco, organizzata da Rimini Fiera con il patrocinio di Sapar. Ad aprire le danze è stato proprio il presidente Sapar, Raffaele Curcio, che ha analizzato nel dettaglio lo status del settore. Curcio ha descritto l'ultimo periodo come uno dei più bui vissuti dal segmento del gioco legale, una visione che va in controtendenza rispetto ai risultati ottenuti in termini di entrate e giocatori. Il presidente ha poi anticipato che nella prossima Legge di Stabilità il governo inserirà delle nuove norme sul gioco, ma Sapar vigilerà da vicino l'operato dei legislatori "per concertare insieme agli addetti ai lavori il testo della legge, al fine di avere qualche certezza in più nei prossimi decreti e dare in questo modo un margine di operatività alle migliaia di aziende del settore”.

La legge di Stabilità sarà votata questo giovedì nel Consiglio dei Ministri. Tra le misure contenute nel nuovo disegno di legge ci dovrebbero essere anche quelle che riguardano da vicino il settore dei giochi pubblici. Già nella passata stagione la Legge di Stabilità inflisse un duro colpo al settore del Gaming con l'inserimento di una tassa aggiuntiva da 500 milioni di euro su slot machine e vlt. Nel provvedimento entrarano inoltre la sanatoria sui centri di trasmissione dati (Ctd) che operano per conto di bookmaker esteri senza una regolare concessione e il nuovo bando di gara per l'assegnazione della concessione del Lotto.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione Curcio ha rimarcato come l'Associazione abbia instaurato un dialago costruttivo con l'Agenzia dei Monopoli e delle Dogane, per risolvere i problemi legati alla ticket redemption e al periodo di stasi che sta attraversando l'amusement. Il confronto tra le parti è stato positivo, pertanto è plausibile che nei prossimi mesi vengano intraprese delle iniziative per ridare linfa ad un settore che vive una situazione d'empasse.

A chiudere la prima giornata l'intervento del presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni, che ha ribadito come il settore degli apparecchi automatici stia attraversando un momento storico particolare, ma eventi come la Enada di Roma sono fondamentali per il recupero della fiducia e per ricordare come molte dell'aziende operanti nel settore rappresentano delle forze in grado di creare ricchezza in tutto il Paese.