Effetto quarantena: Zuckerberg rilancia la piattaforma social Facebook Gaming

apr 12


Per far fronte alla situazione attuale, contraddistinta dall'emergenza Covid-19 e dalla quarantena forzata per la maggior parte delle persone, Facebook è intenzionato a lanciare, in maniera definitiva, la sua Game-room, la piattaforma di gioco del social network che ha l’ambizione, per i vertici della società, di diventare un vero, grande hub social di gaming.

Sono tempi di cambiamento e sono anche tempi di evoluzione per il social creato da Mark Zuckerberg che, dopo i servizi streaming, prova ad esplorare il mercato del gioco applicato al social. Il tutto grazie ai bilanci positivi del settore del gambling online all'ondata di vendite che sta investendo tutta l'industria del gaming a causa dei vari lockdown che inibiscono la frequentazione di luoghi fisici dove poter intrattenersi giocando.

I vertici di Facebook hanno intenzione di insistere poiché il gioco, oggi, ha subito una inevitabile inclinazione social, come testimoniato, ma non solo, dagli eSports che vanno a premiare la modalità multigiocatore. Facebook sta quindi cercando di cavalcare l’onda, tramite tornei ad accesso anticipato di Facebook Gaming, che il social vuole promuovere sfruttando anche lo spirito di competitività e la “competizione social”.

Da un anno lanciato sul mercato, finora Facebook Gaming non ha avuto grande slancio ma la piattaforma ha grandi ambizioni: semplicità e linearità per poter gareggiare coi competitors sul mercato sono i due punti di forza per il social gaming che per l’appunto fa delle competizioni live streaming, sulla base di Twitch, la sua ragion d’essere.

Come sbaragliare la concorrenza? Sfruttando lo stesso meccanismo che ha reso Facebook un fenomeno planetario, invitando gli utenti a scegliere il social a fronte di YouTube, per le loro sessioni di gioco. Questo perché la grande maggioranza degli hub social cresce e prospera in ambienti sani ma competitivi.

Spingendo sull'interazione, Facebook sta cercando di conquistare il suo pubblico coi tornei, organizzando concorsi virtuali che, in base al gioco, possono assumere diverse forme. Anzitutto dal format, che può essere a doppia eliminazione o un round robin, con parentesi, classifiche e via dicendo. Il vantaggio che va a favore di Facebook è la ampiezza e l’integrazione con le funzioni principali di Facebook Gaming, capace di coprire ogni cosa, dai tornei casuali agli show di eSports. Chiaramente il bacino d’utenza mette Facebook su varie possibilità, di copertura e diffusione, anche per la raccolta di fondi di beneficenza.