Gambling Index, ripartenza in positivo dopo le vacanze: 888 Holdings Plc in aumento del 3,16%

data di creazione: set 20
Scritto da Alessandra Santoro

Questa estate si è rivelata alquanto impegnativa per il comparto del gioco. Molte attività terrestri hanno potuto riaprire grazie all’adozione del Green pass che, tuttavia, non ha proprio semplificato le cose. Se all’inizio vi è stato un incremento relativo gli utenti che sono ritornati a giocare nei punti di gioco fisici, con il passare dei giorni la situazione si è quasi ribaltata, smorzando le speranze degli operatori. A tutto questo si è aggiunta la concorrenza con il gioco online, che ha ottenuto sempre più adesioni grazie alla nuova realtà dettata dalla pandemia. Nonostante una situazione non proprio rosea in tutto il settore, gli indici azionari delle maggiori società quotate in borsa fanno ben sperare. Il comparto si è dimostrato in forte crescita come dimostrano anche gli ultimi dati del Gambling Index, raccolti proprio a conclusione della stagione estiva.

Il Gambling Index rappresenta l’andamento della borsa nel settore del Gioco. Esso riporta l’indice azionario delle 21 aziende più importanti ed influenti nel settore, che sono quotate nelle borse europee e tra le quale rientrano alcuni dei gruppi che gestiscono i migliori casinò online italiani. L’indice viene aggiornato a cadenza quotidiana, a conclusione della seduta borsistica, e i dati vengono riportati su diverse piattaforme di quotazione online. L’indice può essere soggetto a fluttuazioni a causa di eventi macroeconomici e/o interni al settore.

Gambling Index chiude in positivo con il +4,07%

Secondo i dati riportati da Agipro, il Gambling Index ha sperimentato un ritorno alquanto positivo dopo le vacanze estive. Il rendimento medio settimanale è stato del +4,07%. La volatilità dei rendimenti, rappresenta il principale indicatore di rischio finanziario, è stata stimata intorno al 3,23%. La 888 Holdings Plc è, tra tutte, che nel corso di questa settimana ha visto le proprie azioni aumentare maggiormente. La società inglese (che gestisce il brand 888Casino in Italia) ha visto un aumento del 3,16% nella giornata di martedì, incremento legato all’acquisizione delle attività extra-USA di William Hill. La peggiore è stata invece la Webis Holdings Plc, che ha chiuso al -2,72%. Il Gambling Index ha riportato una performance superiore alle aspettative rispetto al suo benchmark di riferimento, il Financial Times Stock Exchange 100. Esso ha concluso la settimana al rialzo con il +0,23% di rendimento medio a fronte di una volatilità dello 0,72%.

Wall Street chiude al ribasso, piazze asiatiche in crescita

Lo stesso non si può dire di Wall Street, che ha chiuso un’altra settimana al ribasso. Le cause sono da ricercarsi nel timore che la crescita economica possa aver toccato l’apice e l’inarrestabile diffusione dei contagi della variante Delta che rappresentano una minaccia per molte società. In Europa, i listini sono stati condizionati parzialmente dalle conclusioni della riunione della Banca centrale Europea. Le piazze asiatiche hanno chiuso al rialzo, dove si sono registrate ricoperture sui titoli tecnologici. Ad influenzare positivamente la borsa anche i nuovi colloqui intercorsi tra il Presidente statunitense e quello cinese, che l’obiettivo di riavviare i rapporti tra i due Paesi.