Johannes Strassmann, un'altra morte misteriosa nel poker

giu 30

Il mondo del poker è scosso dalla strana morte di Johannes Strassmann, 29enne giocatore professionista tedesco e coach di altri players, con risultati di rilievo in ambito internazionale (oltre 1.5 milioni di euro raccolti nella sua breve carriera).

Era la notte tra il 28 e il 29 Giugno quando la polizia slovena ha trovato un cadavere galleggiante sulle acque del fiume Ljubljanica. Poche ore dopo l’esame compiuto dalla polizia scientifica conferma che il Dna corrisponde con quello di Johannes Strassmann.

Per una settimana i suoi amici lo hanno cercato ovunque, in quella Lubiana famosa per la Movida e i suoi eccessi, che si è rivelata fatale per il player teutonico. Ricerche vane con la polizia slovena a brancolare nel vuoto e gli elicotteri a sorvolare costantemente la città. Nessun rapimento all’apparenza, smentita anche l’ipotesi di una sua presenza nel bosco alla periferia della città. Strassmann ha trovato la morte due ore dopo la sua scomparsa, quando aveva lasciato un bar del quartiere cool Gomjim (in cui era con amici) per “andare a fare un giro”, come conferma il report fornito dalla polizia slovena.

Ma cosa è successo in quelle due ore? Dall’autopsia non emergono segni di violenza sul corpo del ragazzo (reso praticamente irriconoscibile dai fenomeni di decomposizione indotti per una settimana dalle acque di Ljubanica), pertanto secondo la perizia del medico legale l decesso è avvenuto per affogamento. Gli amici di una vita e i compagni di viaggio hanno smentito seccamente i rumors circolanti in questi giorni sul motivo per cui Johannes fosse in Slovenia. Si era alluso ad un torneo di poker abusivo, ma in realtà lo sfortunato tedesco si era recato a Lubiana per impartire delle lezioni ad altri giocatori, prima di spostarsi per una lunga vacanza sulle spiagge della Croazia.

Tragico incidente o omicidio? Le indagini sul decesso di Johannes continueranno a lungo, come le illazioni su cosa sia successo nei giorni prima del decesso. Una degli interrogativi su cui verte l’indagine è per quale motivo Strassmann avesse rinunciato a un biglietto aereo già pagato per Las Vegas e le imperdibili Wsop? Un mistero, come un mistero sono anche le ultime due scomparse in ordine di tempo nel mondo del poker: quella del 23enne Philipp Hochhuth, diretto a un torneo nei Balcani e sparito nel nulla oltre un anno fa a Dubrovnik, e quella del 41enne Kadir Karabulut, di cui si sono perse le tracce dal marzo 2013, quando nei pressi di Ausburg fu ritrovata solo la sua auto, perfettamente chiusa.