Lo studio della Ciber Security Italiana: mafie interessate al settore giochi e scommesse

data di creazione: mar 03
Scritto da Alessandra Santoro

Il DIS (Intelligence System for the Security of the Republic), l’Aise (External Intelligence and Security Agency) e l’Aisi (Internal Intelligence and Security Agency) hanno di recente redatto un rapporto per il Parlamento italiano nel quale hanno esaminato approfonditamente i pericoli rappresentati da vari ambiti quali criminalità organizzata, terrorismo jihadista, immigrazione clandestina, estremisti e sovversivi. A tal proposito è stato stilato un quadro completo relativo alle minacce all’economia nazionale senza tralasciare le crisi regionali.

I tratti distintivi della criminalità organizzata sono stati stilati grazie alle acquisizioni dell’intelligence e risultanze investigative e giudiziarie. Essi hanno ribadito la volontà delle organizzazioni criminali a trarre profitto dalla pandemia, condizionare gli operatori economici in difficoltà e intercettare finanziamenti nazionali ed europei collegati ai vari piani di rilancio.

I dati raccolti nel 2020, senza contare le implicazioni della crisi sanitaria, hanno confermato l’intenzione delle organizzazioni criminali più competitive a rafforzare i propri spazi e ad espandersi, inserendosi più a fondo nel tessuto economico territoriale. Esse hanno investito i guadagni derivanti dalle attività illecite nei circuiti legali, hanno sfruttato le debolezze e negligenze dei gestori locali e hanno creato delle reti di corruzione a danno dei processi decisionali pubblici.

Il fattore cruciale che alimenta il giro della criminalità è lalta disponibilità di denaro che viene assicurata dai traffici illegali, per i quali si è registrata una compartecipazione tra diverse organizzazioni mafiose. Questo comprende non solo il traffico di stupefacenti, ma anche il contrabbando internazionale di prodotti petroliferi, associato anche al riciclaggio. Un’altra fonte di introiti è rappresentata dall’attività criminale nel settore dei giochi e delle scommesse, mediante atti di estorsione nei confronti dei concessionari e gestione di circuiti del gioco clandestino fisico e digitale.

Anche i sodalizi mafiosi ricoprono un ruolo importante, seppur non principale nella gestione di questi introiti. Essi hanno migliorato le loro capacità di reinvestimento dei proventi illeciti e delloccultamento e movimentazione di capitale ai fini dellevasione fiscale mediante sistemi operanti principalmente online e diramati in Paesi ove i controlli sono minori. Questo contesto garantisce l’operatività non solo del comparto criminale ma anche di quello terroristico, in merito al quale lo scorso luglio è intervenuto in ambito europeo il “Piano d’azione per una politica integrata dell’Unione in materia di prevenzione del riciclaggio di denaro e del finanziamento del terrorismo”.

🟠 Criminalità organizzata nel settore dei casinò online e delle scommesse sportive

Da questi studi è emerso che la criminalità organizzata ha da tempo messo gli occhi sul settore dei giochi e delle scommesse. Lobiettivo è quello di utilizzarne le potenzialità ai fini di guadagno e riciclaggio mediante sistemi societari diramati anche all’estero. Le pratiche maggiormente adottate dai gruppi criminali in riferimento all’anno 2020 sono la manomissione delle apparecchiature di gioco, al fine di trasmettere informazioni false in merito ai flussi di denaro, e la raccolta illegale delle scommesse mediante agenzie regolarmente abilitate che dirottano gli importi su piattaforme estere. L’utilizzo di server situati al di fuori dei confini nazionali permette ai criminali di sfuggire alla tracciabilità dei flussi finanziari illegali, beneficiando anche di leggi meno severe in materia di riciclaggio e crimine organizzato. Intromissione praticamente impossibile nei settori gestiti dall'Agenzia dei Monopoli, come quello dei migliori casinò online AAMS.

🟠 Le organizzazioni criminali straniere

Lo studio si è inoltre soffermato sulle organizzazioni criminali di stampo etnico e operanti sul territorio nazionale. I sodalizi cinesi hanno confermato la loro presenza nel settore della logistica, trasporti, ristorazione etnica, gioco e scommesse e perfino della ricezione alberghiera, sfruttando la domanda turistica che dalla Cine giunge in Italia. Le organizzazioni dellest Europa, invece, sono state identificate soprattutto nel settore del riciclaggio internazionale, con particolare interesse per il settore del gioco. Infine, i sodalizi albanesi prediligono gli ambiti del traffico di sostanze stupefacenti, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e furti in appartamento.

LEGGI ANCHE Gioco legale al collasso, grandi guadagni per l’illegale