Non solo gambling. Il corretto utilizzo dei social network al tempo del Coronavirus

data di creazione: mar 13
Scritto da Alessandra Santoro

Nell'ultimo anno le nostre vite sono state stravolte dall'avvento del Covid-19. La Pandemia globale ha costretto i cittadini di tutto il mondo a restare per mesi segregati in casa, cambiando radicalmente il nostro modo di relazionarci. E in questo lasso di tempo sono stati i social network il nostro unico canale di contatto. Una finestra sul mondo, che ci ha permesso comunque di scambiare idee, pensieri, ma anche ansie e paure. L'argomento più chiacchierato, ovviamente, è stato il Coronavirus.

Nel nostro settore, ovvero quello del gambling online, abbiamo visto aumentare l’interazione nei gruppi privati Facebook dedicati alle slot machine online gratis e alle altre tipologie di giochi presenti sulle piattaforme che ospitano titoli in modalità demo. Tutte le fasi di chiusura che si sono alternate fino ad oggi, data dell’entrata in vigore di nuove restrizioni a causa della riesplosione del virus in Italia, hanno dato agli appassionati la possibilità di scambiare idee, tips e consigli sui giochi più popolari prodotti dalle principali software house nazionali e internazionali.

Proprio la condivisione di idee, le interazioni tra utenti – il cosiddetto engagement – sono diventati fondamentali nell'ultimo anno. Soprattutto ad essere diventata fondamentale è la qualità dei commenti che ci si scambia. I comportamenti corretti da avere fuori e dentro casa, i giudizi su chi ci governa e amministra: esporre notizie errate, in un periodo così delicato, può portare alla creazione di tensioni e soprattutto panico. Ecco perché l'utilizzo corretto e con cognizione di causa dei social network è diventato fondamentale. Una responsabilità che ogni individuo dovrebbe sentire propria.

Per evitare di cadere in errore è bene seguire una serie di semplici, ma fondamentali, regole per il corretto utilizzo delle reti di connessione:

  • Condividere notizie solo da fonti attendibili (OMS, Croce Rossa Italiana, Ministero della Salute) e attenersi, per quanto possibile, alle indicazioni delle autorità.
  • Evitare di creare tensioni nei rapporti: anche sui social è giusto mantenere i toni bassi, calmi, avere rispetto per il prossimo e intraprendere discussioni costruttive.
  • Discutere con calma, anche in caso di divergenza: i comportamenti che ci sembrano irreali e irrazionali, o comunque lontano dal nostro pensiero, possono essere figli della paura del momento. Evitare di imporre la propria idea, ma cercare il dialogo.
  • L'utilizzo in maniera costruttiva le risorse del web e dei social: in particolar modo in questo periodo di permanenza forzata in casa è bene sfruttare gli infiniti strumenti che internet mette a disposizione (per studio, lavoro, shopping online o per coltivare hobby).
  • Il giusto utilizzo delle applicazioni di messaggistica: le persone più fragili potrebbero aver bisogno di supporto morale in questo periodo. Alcune delle app più diffuse possono essere fondamentali, se usate correttamente, per confortare chi vive uno stato emotivo particolarmente delicato.