In quali Paesi e quali sono i margini di crescita del gioco d'azzardo online

data di creazione: ott 18
Scritto da Alessandra Santoro

Le restrizioni causate dall'emergenza sanitaria da Covid-19 hanno radicalmente cambiato le abitudini delle persone. Rinchiusi in casa sono schizzati alle stelle gli utilizzi dei servizi online, compresi quelli riguardanti il gioco d'azzardo. Con l'impossibilità di potersi recare a giocare in maniera fisica sempre più utenti hanno scoperto il gusto del gioco online e, nonostante la situazione stia tornando pian piano alla normalità, i dati mostrano che non tutti coloro che si sono convertiti al gioco online ora torneranno alla modalità in presenza fisica.

Uno studio condotto da Online Gambling dimostra come la maggior parte delle puntate, in media il 75%, tra luglio e settembre sono state effettuate da smartphone e tablet. Per quanto riguarda gli operatori, a guidare la classifica con maggiori puntate effettuate negli ultimi tre mesi sono LeoVegas (78%) e Betsson (76%). Secondo gli esperti del settore, però, l'operatore che effettuerà la crescita maggiore nei prossimi 12 mesi sarà BetMGM.

Gioco online in espansione in America e Africa, frenata in Asia ed Europa

Il ritorno al gioco in presenza porterà ad un fisiologico calo nelle puntate online. La proiezione prevede che il Mobile Betting perderà l'8%, il Live Betting farà registrare un -10%, il Live Casinò il -11% e il Mobile Casinò calerà del 15%, mentre il calo più consistente si registrerà nel poker e nelle lotterie online con il -20%.

Altra analisi emersa dallo studio di Online Gambling è come proseguirà la crescita del gioco online nel mondo. Il mercato americano e quello Sudamericano continueranno nel loro percorso di incremento: in particolare in Brasile, Messico, Argentina e Colombia si è registrato un innalzamento delle giocate rispetto allo scorso trimestre, ma il vero risultato di spicco arriva dal mercato africano. Freccia in giù, invece, per il gioco online nei mercati asiatici, mentre in Europa tutto è rimasto invariato, dimostrando come non esistano attualmente margini per un'ulteriore crescita.

Le aziende di gambling in maggiore crescita nel primo trimestre del 2021

Ciò che però interessa a tutte le aziende, comprese quelle di gambling, è ovviamente il dato relativo ai ricavi. Nel secondo trimestre del 2021 i migliori risultati in termini finanziari sono stati raggiunti da Draftkings, che ha migliorato del 383% i ricavi globali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. A seguire di distinguono Kambi (+189%), Elys/Newgioco (+182%), Flutter US (+149%) e Caesars Digital (+129%). Bene anche Sisal con il +117%. In media, la crescita dei ricavi online degli operatori, tra aprile e giugno 2021, è stata pari al +65%. Decisamente in crescita anche il dato relativo alle scommesse sportive, aumentate in media del 122%. Resta pressoché immutato invece l'apposto al settore dei Casinò online cresciuto “soltanto” dell'1%.

Facebook, Twitter e Instagram: l'importanza dei social network per la crescita del gioco online

Impatto fondamentale per la distribuzione e la crescita del gioco online è la spinta data dai social network. In particolare Facebook, Twitter e Instagram restano le piattaforme social più utilizzate anche dagli utenti del gaming.

Leader su Facebook è Pokerstars con ben 2,1 milioni di like sulla propria pagina, a fronte di una media generale per le aziende del settore del gaming di 965mila “mi piace”. Su Twitter è invece Paddy Power a piazzarsi al primo posto delle aziende di gaming più seguite con oltre 666mila followers a fronte di una media di 163mila seguaci. Infine su Instagram è Pokerstars a farla da padrone con 743mila followers, contro una media di 105mila per gli account aziende del settore. I costi del marketing degli operatori di gioco, infine, nel secondo trimestre del 2021 sono aumentati in media del 135%.