Il blocco del gioco terrestre sposta i riflettori sul settore dei casinò online italiani

data di creazione: mar 28
Scritto da Alessandra Santoro

Mentre prosegue la sospensione dell’attività di gioco terrestre, vi sono circostante che accendono i riflettori sulla necessità di garantire un’offerta online sicura e trasparente. Mentre si attende di sapere se il 6 aprile, come pare scontato, allungherà il blocco sul gioco terrestre, si pensa anche a ripartire. I segnali finora non sono per ora molto incoraggianti ed anzi le nuove misure puntano ad essere più stringenti. Si attendono novità ma intanto resta il fatto che il blocco sul gioco fisico abbia incentivato la migrazione, stavolta più massiccia, verso il canale online che oggi ha ancora più necessità in termini di legalità, sicurezza, protezione, in particolare per le fasce più a rischio.

I dati sono inequivocabili, anche per il mese di febbraio e di marzo del 2021, i più recenti. Il settore dei migliori casinò online italiani registrano una spesa di 142.974.334 euro, data dalla differenza tra raccolta e vincite. La crescita, rispetto ai 78.192.455 euro spesi nel febbraio 2020, è dell’83%. Grandi score anche per le giocate, quasi il doppio rispetto alle 28.684.818 dello scorso anno. I calcoli potranno essere fatti da marzo 2021, quando si dovrà raffrontare i dati con l’altro mese di marzo, quello da record del 2020. Previsti, comunque, numeri alti in termini assoluti, su cui riflettere attentamente.

I legislatori intanto devono cominciare a pensare come il giocatore online possa essere oggi un po’ spiazzato dal non conoscere qual è l’offerta legale, dato anche il DL Dignità che vieta agli operatori legali di poter fare pubblicità, unico e vero metodo per consentire loro di distinguersi da quelli illegali. Intanto i regolatori continuano la loro guerra contro i “dot com”, tramite l’oscuramento dei siti privi di connessione.

Gli stessi giocatori, che vogliono divertirsi in maniera del tutto legale, chiedono anche tutela di un’offerta che offra bonus casinò senza deposito, in maniera trasparente e responsabile. Il discorso va fatto sotto tutti i punti di vista: dalla regolarità delle promozioni a quella del gioco, per continuare con la certezza dei pagamenti delle vincite e con tutte le accortezze che gli operatori legali mettono in campo per far sì che il gioco rimanga tale, che sia dunque momento di svago e non di dipendenza. Nemmeno per i minori.